CAORLE

 

Caorle è una Città tutta da scoprire: non solo spiaggia e mare ma anche storia, arte, pesca, tradizioni, natura ed enogastronomia. La nostra località balneare offre ben 18 km di spiaggia dorata tra il capoluogo, Porto Santa Margherita, Altanea, Duna Verde e Brussa: arenili che propongono un’ampia gamma di servizi in grado di soddisfare le esigenze di turisti e residenti.

Ma chi visita Caorle può respirare anche la sua storia: le sue origini molto antiche sono testimoniate dai reperti paleoveneti ritrovati a S. Gaetano e dai resti romani rinvenuti nella località e nel mare antistante.

Il centro storico è una Venezia in miniatura:con i suoi calli e campielli e le case dai colori vivaci. Il Duomo, il campanile cilindrico, entrambi dell’XI secolo, ed il Santuario della Madonna dell’Angelo, su di un promontorio sul mare, sono gli elementi che caratterizzano Caorle, Città che per anni ha seguito le sorti della Serenissima, senza mai perdere, però, le sue tradizioni legate, naturalmente, al mondo della pesca.

Prima in laguna e poi in mare, i caorlotti, infatti, hanno vissuto da sempre di pesca e numerosa è la flotta che ancora oggi svolge quest’attività e che si  può rimirare al lavoro nel caratteristico porticciolo e presso il Mercato Ittico adiacente. E quando si parla di pescatori non si può non parlare di laguna, un’area naturalistica protetta, Sito di Interesse Comunitario, tanto amata anche dallo scrittore americano Ernest Hemingway, dove ancora oggi si possono ammirare i “casoni”, tipiche costruzioni in legno e canna palustre.

Fonte: http://www.caorle.eu